maxresdefault
Trashic

Giuseppe Casa su Trashic Magazine #4 – La carriera di un malato

Una delle domande più frequenti che vengono poste a un autore è la seguente: Da dove prende ispirazione per i suoi racconti?  Noi di Trashic Magazine rivolgiamo la stessa domanda a Giuseppe Casa. “Intanto, non parlerei d’ispirazione, non mi sento ispirato da nulla. Sono assolutamente incapace di trovare ispirazione in alcunché, c’è molta lettura dietro a quello che scrivo, e quando…

Continue Reading

BATUSHKA-Raskol-2020-576x576
Trashic

Batushka – Raskol

Immaginatevi di pubblicare un album in pochissime copie e di ritrovarvi in un paio d’anni ad essere una delle band più richieste del genere Metal estremo. Poi immaginate di vedere tutto il vostro successo sparire nel nulla, così, all’improvviso. Com’è possibile? Vi chiederete voi. Ebbene, i motivi per cui ai Batushka è accaduto esattamente questo sono due. Ma partiamo dall’inizio…

Continue Reading

st,small,507x507-pad,600x600,f8f8f8.u4
Trashic

Giuseppe Casa su Trashic Magazine #3 – HF-SbF5

Terzo appuntamento con Giuseppe Casa. State leggendo e ci arrivano molti riscontri, ma ci sono sempre delle critiche da parte di chi magari non è abituato a leggere storie in cui il tema della violenza è quello predominante. Ma sentiamo l’autore. “È molto difficile, per un autore, rispondere a chi lo critica senza sembrare petulante, sulla difensiva o addirittura violento.  Io stesso…

Continue Reading

6041023-creepy-horror-eye-eyes-dark-grunge-aesthetic-aesthetic-black-eyes-png-920_723_preview
Trashic

Giuseppe Casa su Trashic Magazine #2 – zona rossa

Abbiamo avuto parecchi feedback positivi sul primo racconto “La porta”, ma qualche lettore ha lamentato difficoltà di comprensione, qualcuno l’ha trovato addirittura un po’ troppo filosofico, ermetico o nichilista.  Prima di pubblicare il secondo racconto quindi volevamo parlare di questo con l’autore. Ecco la sua risposta: “Un racconto non é una funzione algebrica da risolvere perchè poi tutto torni chiaro…

Continue Reading

0014604587_10
Trashic

Grand Guignol Orchestra – Pensees Nocturnes

Mi capita ultimamente di cercare musica sempre più strana e contorta. Questo mi porta, nella maggior parte dei casi, a concentrare la mia attenzione su quelli che sono i “piccoli recensori” del tubo, in particolare quelli che si concentrano su un genere e tutte le sue derivazioni. Grazie a questo mio “metodo di ricerca” mi sono imbattuto in uno degli…

Continue Reading

124
Trashic

Giuseppe Casa su Trashic Magazine

Aspettavamo l’occasione giusta per riaprire i battenti. Dopo mesi di silenzio abbiamo avuto la possibilità di collaborare sulla media distanza con un autore che da sempre ci piace e disturba. Abbiamo colto al volo l’opportunità e la sfrutteremo per portare contenuti più forti e maturi. Apriamo con Giuseppe Casa quindi, ed una serie di racconti che usciranno senza troppa fretta a…

Continue Reading

Copertina-Fais-e1544092334956
Trashic

STORIA MINIMA, Matteo Fais, Robin Edizioni – “Un vero romanziere oggi, è trattato come una volta si trattavano gli ambasciatori di cattive notizie”

Nietzsche scrisse “Dinnanzi a chi volesse fare delle questioni morali materia di studio si aprirebbe ormai un immenso campo di lavoro”. É quello che fa Matteo Fais, senza darlo a vedere, condensandolo nelle duecentotré pagine di “Storia Minima”, attaccando e criticando tutto quello che c’è da criticare in quest’universo senza fascino in cui siamo costretti a vivere. Un mondo climatizzato,…

Continue Reading

the-house
Trashic

LA CASA DI JACK di Lars Von Trier è la Divina Commedia scritta da Nietzsche

Lars Von Trier ha diretto un altro trattato sui risvolti filosofici della psiche umana. La risposta alla domanda: cosa accade se un essere umano che non possiede fondamenta emotive, sociali, empatiche tende al superuomo nietzschiano? Stando a Von Trier potrebbe diventare un serial killer. E stando al pieno di documentari sui serial killer che sto facendo su Netflix, tutto sembra dargli ragione.…

Continue Reading

46993309_2164791560199783_1560761810804539392_n
Trashic

Pantomima – Doremillaro (SB) Recs.

Tipicamente, quando si vuol parlare di musica per “intellettuali”, o per “persone che ne capiscono”, il primo genere che viene in mente è il jazz, perché possiede canoni e regole altamente complesse persino per musicisti molto esperti. È un genere apprezzato da pochi di solito, e capito da ancora meno persone (tra cui i fasulli intellettuali che dicono di amare Baudelaire, ma che…

Continue Reading

51a3ed1a-1ae7-4769-a587-704e2fc9c357_large
Trashic

Vinpeel degli Orizzonti, Peppe Millanta, NEO. Edizioni

Certe cose accadono solo in dialetto. Altre non possono che accadere solo in posti precisi. Dinterbild è un luogo strano: a metà tra un paesino di immaginazione Felliniana e il villaggio Gallico di Asterix e Obelix. In questa dimensione che sembra immaginata dal Terry Gilliam di Tideland si muove Vinpeel: un bambino che guarda il mare e ci vede tutto ciò…

Continue Reading

maxresdefault
Trashic

“Sulla Mia Pelle” era necessario?

È difficile parlare di un film legato ad una storia vera occupandosi dell’opera e non del suo contenuto: è equilibrismo ma ci provo. Mentre guardavo, cresceva in me la voglia di aprire un dibattito: qual è il valore artistico ed assoluto di “Sulla Mia Pelle”? È possibile separarlo dal suo ontologico messaggio di denuncia? Non so quanto siano appropriati, ma i riferimenti cinematografici di genere…

Continue Reading

41FYtTO9UcL._SR600,315_PIWhiteStrip,BottomLeft,0,35_SCLZZZZZZZ_
Trashic

MASSCULT & MIDCULT; Macdonald, Gambino, Beyonce, Signorino

Questa non è una vera e propria recensione, quindi partiamo dalla fine e cioè dal testo di Umberto Eco che chiude questo bel saggio del 1968: “Masscult e Midcult” di Dwight Macdonald (tradotto da Mauro Maraschi per la nuova edizione di “Piano B”). In questo epilogo troviamo ad un certo punto un riferimento al critico di professione ed al rischio che questo si costruisca,…

Continue Reading

locandina4789
Panino + Film

Ready Player One + Cocktail di gamberi

Ultimamente vado spesso al cinema, sia perché avendo uno stipendio finalmente me lo posso permettere, sia perché grazie all’ondata Marvel/DC di supereroi, l’ondata di nostalgia anni ’80 e la “rinascita” del cinema italiano (con due tre film buoni) vi sono spesso cose interessanti da vedere. Ma all’uscita dal cinema non mi sono mai sentito come dopo questo film, cioè con…

Continue Reading

IMG_6178
Trashic

COMETA, Gregorio Magini

Un buon amico ascolta le tue miserie senza giudicare e ti riferisce il suo parere in modo distaccato e super partes. Un grande amico, un amico fraterno, prende il tuo malessere e lo fa suo, un grande amico è empatico: se non ne sei capace, elabora le tue paure e te le sputa in faccia. Ti rivolta come un calzino e…

Continue Reading